Kinect Star Wars

Come molti di voi avranno senz’altro avuto modo di constatare, Kinect Star Wars è forse uno dei giochi più controversi degli ultimi anni. Alcuni, sin dalla sua presentazione l’hanno amato alla follia, certi che avrebbe rievocato i ricordi di un’infanzia, per molti, ormai andata, mentre altri, non l’hanno mai visto di buon occhio, credendo che si trattasse solo di una squallida trasposizione videoludica volta a capitalizzare sull’incredibile popolarità del brand.

Io, però, mi sono sempre trovato nel mezzo. La ferma convinzione che non si trattasse di un gioco rivolto ad un pubblico di adulti ha ridotto drasticamente le mie aspettative e, dunque, il mio senso critico, ma al tempo stesso non riuscivo a smettere di nutrire parecchi dubbi sulla bontà del progetto.
Dopo aver avuto modo di provare un codice finale del prodotto, tutto si è fatto però chiarissimo. Quel che abbiamo di fronte non è sicuramente un “must buy”, ed è molto probabile che i videogiocatori più esigenti non proveranno particolare soddisfazione nel testarne le varie funzionalità, ma nonostante tutto ciò una cosa è certa: considerando il pubblico a cui si rivolge, un pubblico di giovani e giovanissimi, Kinect Star Wars non può certo essere visto come una delusione.
kinect star wars

Mettendo per un attimo da parte il mio ruolo di critico e avvicinandomi al prodotto con lo spirito di un bambino desideroso solo di rivivere, in prima persona, le gesta dei suoi fantascientifici beniamini, devo infatti ammettere di essermi divertito. E parecchio anche.
Certo, i difetti ci sono e le sporadiche difficoltà di rilevamento del Kinect hanno in un certo senso limitato il potenziale divertimento che il titolo avrebbe potuto garantire, ma ciò non toglie che, complice una buona varietà di fondo per ciò che concerne le attività proposte, il titolo sia comunque riuscito a soddisfare in parte le mie aspettative.

Complice un gameplay molto accessibile e semplice da padroneggiare, le varie modalità proposte mi sono infatti apparse godibili e divertenti. Destino Jedi, ad esempio, essendo incentrata sul conflitto contro un temibile maestro Sith, propone diverse sequenze di gioco molto varie che vanno dai classici combattimenti, contro nemici di ogni genere, a fasi di guida o esplorazione – anche se solo accennata.
I poteri della Forza giocano chiaramente un ruolo determinante in quanto a divertimento, rivelandosi anche più godibili rispetto all’uso delle spade laser. La possibilità di respingere i proiettili, lanciare nemici e oggetti, sollevare intere navicelle o parti dello scenario garantisce infatti innumerevoli variabili, proponendo dunque un’esperienza che, seppur non priva di difetti, si dimostra pienamente godibile, specie per i più piccoli.

In aggiunta il titolo offre poi alcune modalità inedite, determinanti per portare una sostanziale ventata di freschezza all’esperienza. La Corsa con gli Sgusci, legata a movimenti che saranno senz’altro familiari a chiunque abbia avuto modo di provare racing game dedicati al Kinect, è senz’altro una piacevole variazione sul tema dominante, e lo stesso dicesi per Sfida di Ballo Galattica, variante superflua ma comunque discreta, e  Furia Rancor, semplice da padroneggiare e molto divertente tanto per i piccoli quanto per i più grandi – vi stupirete di quanto vi piacerà.
L’unica modalità che personalmente non ho apprezzato è Duelli del Destino, visto l’eccessivo tatticismo della sua struttura a turni. Negli scontri 1vs1 contro la CPU l’alternanza tra fasi di attacco e difesa evidenzia purtroppo tutti quei difetti, di rilevamento o non solo, che la modalità principale riesce in a mettere in secondo piano grazie alla sua buona varietà, e questo si traduce in sessioni banali e prive di reali stimoli.

Con il passare delle ore non potrete infatti fare a meno di notare quanto gli sviluppatori abbiano puntato tutto sul fattore divertimento – scelta a mio parere saggia visto che il Kinect, volenti o nolenti, stenta a proporre qualcosa di diverso – ed in questo senso, la sopracitata modalità è senz’altro la meno convincente.

In definitiva Kinect Star Wars si dimostra un gioco fondamentalmente pregevole, seppur tutt’altro che perfetto. Gli sporadici problemi di rilevamento, uniti ad un gameplay improntato più sul divertimento che sulla perfezione dei movimenti, scoraggeranno infatti chiunque si aspetti un gioco irreprensibile sotto il profilo delle dinamiche di gioco, deludendo a più riprese. Se tuttavia vi sentiste pronti ad approcciarvi al prodotto con il giusto spirito preparatevi a godervi diverse soddisfazioni… perché in fin dei conti, diciamocelo, chi potrebbe rifiutare l’opportunità di sentirsi un vero Jedi per almeno un giorno ?

Kinect Star Warsultima modifica: 2014-04-21T17:01:51+02:00da goldgame
Reposta per primo quest’articolo

One Response

  1. Prime info e immagini per The Elder Scrolls Online
    at |

    […] A quanto si dice sembra che il gioco sarà realizzato attraverso l’Hero Engine, lo stesso di Star Wars : The Old Republic, e per quanto riguarda lo stile grafico le immagini lasciano intendere che non […]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.